Una magica cornice che fu teatro della grande passione fra la nobildonna Lucina e il capitano dell’esercito Luigi Da Porto

Villa Ottelio Savorgnan si trova nell’antico borgo di Ariis, nel comune di Rivignano Teor in provincia di Udine. Affacciata su un’ansa del fiume Stella, il più importante corso d’acqua di risorgiva della regione, la Villa è immersa nel “Parco Comunale dello Stella” e nel “Sito di Interesse Comunitario Risorgive dello Stella”, che ospita interessanti esemplari di flora e fauna.  

La ragion d’essere della Villa si trova nel fiume, infatti, per la sua difesa militare e commerciale venne eretta, nella seconda metà del Duecento, una fortificazione sulle cui basi, fu costruita la Villa. Originariamente la proprietà apparteneva ai Wrusberg e, dopo alterne vicende passò in gestione ad una delle famiglie nobiliari friulane più importanti, i Savorgnan. I Savorgnan detenevano, per conto della Serenissima, il monopolio del sale, del tabacco e di altre merci che distribuivano nei loro feudi e nell’intera regione: di conseguenza in adiacenza alla Villa, sorsero nuovi edifici adibiti a magazzini del sale e di stoccaggio delle merci e a dimora della servitù.  

Nel corso del XIX secolo, furono aggiunti ulteriori corpi di fabbrica al complesso, che nel 1885, passò nelle mani degli Ottelio. Oggi il compendio si presenta come un palinsesto ricco di stratificazione storica, fondamentalmente diviso in due parti: la prima, padronale, è strutturata in tre piani, con una bella facciata rivolta verso il fiume Stella su cui si osservano le tracce dello stemma degli Ottelio, con giardino degradante fino alle acque, la seconda, costituita dai magazzini e dagli alloggi della servitù. Per quanto riguarda quest’ultima parte, lo stato degli immobili è rimasto in buona parte inalterato nel tempo, possiede quindi un importante valore storico, architettonico e documentario 

Verso la fine del ‘400 Maria Savorgnan, nobildonna friulana del casato dei Savorgnan Del Monte, acquistò il feudo di Ariis. Qui ha abitato con sua figlia Lucina che, nel 1511,
ad un ballo in maschera al palazzo Savorgnan di Udine, conobbe il cugino Luigi Da Porto, capitano dell’esercito veneziano di stanza in Friuli, appartenente al ramo rivale della famiglia: i Del Torre. I due giovani iniziarono a frequentarsi, contrariamente al volere delle rispettive famiglie, anche nella villa sulle rive del Fiume Stella. Sfortunatamente poco tempo dopo Luigi fu ferito in battaglia e rimase paralizzato. Portato nella sua città natale, Montorso Vicentino, non riuscì̀ più̀ a vedere Lucina. Qualche mese più tardi venne a conoscenza del matrimonio tra la sua amata e un altro cugino, organizzato per riappacificare i due rami del casato. Addolorato e definitivamente rassegnato, Luigi scrisse così una novella, dedicata a Lucina, intitolata “Giulietta”, ambientata a Verona ma con cenni autobiografici. Dalla novella di Da Porto Shakespeare trasse ispirazione per il famoso dramma “Romeo e Giulietta”, esso infatti ricalca, nella struttura e nei temi, l’opera daportiana: la folgorazione amorosa a una festa mascherata, l’odio tra famiglie rivali e l’insensata morte tragica dei giovani amanti. 

Il Comitato Villa Ottelio Savorgnan  

 Il Comitato Villa Ottelio Savorgnan si è formato nell’estate del 2018 con l’intento di promuovere e sostenere la Villa nel concorso nazionale “I luoghi del cuore” indetto dal FAI. 

In una calda mattinata d’estate, tre amici hanno deciso d’iscrivere la dimora alla campagna raggiungendo un consenso che va ben oltre il numero di voti raccolti. Infatti, fin da subito il comitato è stato ben accetto dalla comunità e dalle autorità comunali. Piano piano e quasi inaspettatamente, il gruppo è cresciuto contando oggi ben tredici membri residenti nel comune di Rivignano Teor e non. 

Obiettivo principale del comitato è la valorizzazione della Villa e la sua promozione in tutto il territorio. Serate a tema, manifestazioni sportive, incontri culturali e visite guidate: sono tante le iniziative organizzate e che hanno permesso al comitato di creare una rete di relazioni che hanno al centro proprio il storico compendio di Ariis. 

 Si ringrazia il Comitato Villa Ottelio Savorgnan per i testi e il sig. Roberto Pighin per le immagini. 

 

INFORMAZIONI: Comitato Villa Ottelio Savorgnan 

Ariis di Rivignano Teor (UD 

Mail: [email protected] 

Cell. +39 3341645578