Un viaggio nel tempo per calarsi nei panni degli scopritori delle Grotte di Villanova e ripercorrerne le orme

Il sentiero nascosto, “Ta skrita pot” nel dialetto locale, non è solo un’escursione. E’ un sogno, che ha coinvolto un paese intero tanto da cambiarne il nome, da Villanova in Monti a Villanova delle Grotte. Un viaggio nel tempo per  calarsi nei panni dei suoi scopritori della “Grotta Nuova” e ripercorrerne storiche orme. Un modo e per rivivere, in prima persona, l’emozione della scoperta, immergendosi in un tempo senza tempo.  Toccando quei massi, che altri uomini hanno toccato e usato per creare il primo sentiero nella grotta, si coglie l’occasione per conoscere le avventure di esplorazioni notturne che hanno animato quei momenti nel lontano 1925, i  litigi con le mogli preoccupate, le mucche spaventate nelle stalle quando gli scopritori usavano le mine per aprire il primo ingresso praticabile dall’uomo.

Emozioni intense che vissero i primi esploratori che, coraggiosamente, sfidarono il buio sconosciuto e scoprirono un mondo meraviglioso, celato sotto i loro piedi. La leggenda della “Grotta dei Cristalli”, le descrizioni appassionate scritte nel diario di Pietro Negro, uno degli scopritori, i segni lasciati in grotta per ritrovare la via del ritorno, il duro lavoro di tanti volontari che resero visibile la grotta a tutti.

Il “Ta skrita pot” è un’ emozionante ed inconsueto viaggio in una delle grotte più particolari al mondo.  Nelle rocce, si legge la storia di una valle che una volta era mare, con grandi scogliere a picco e vaste spiagge, la cui sabbia si è solidificata a strati e ora fa da “parete” alle grandi gallerie della Grotta Nuova. Durante l’escursione s’ incontra la “Sala del Duomo”, dove una volta si celebrava la Messa la notte di Natale. Dal 1977  è diventata luogo di studio dei movimenti sismici nel Friuli Venezia Giulia. Percorrendo il sentiero,  tra cunicoli nascosti, si possono incontrare piccoli animaletti che vivono nell’acqua del torrente interno e curiose concrezioni dalle più svariate forme. Alla fine si arriva  al “Ramo del Paradiso”, nel quale gli scopritori giunsero durante un’esplorazione e ne rimasero ammaliati.

L’ escursione, che non ha difficoltà tecniche, si svolgerà tutti i lunedì del mese di ottobre dalle ore 18,00.

Info e prenotazioni: InsideFVG – [email protected] WhatsApp 3478830590 – www.insidefvg.com www.grottedivillanova.it