Domenica 4 ottobre appuntamento col fascino il meraviglioso panorama al tramonto che potrai ammirare da uno dei rilievi più importanti delle Prealpi

Volgendo lo sguardo verso le montagne la sua sagoma cattura subito l’attenzione. Tra i primi grandi rilievi delle Prealpi, la forma del monte Cuarnan, sopra Gemona del Friuli, ricorda un placido cetaceo che dorme sotto lo sguardo vigile del suo fratello maggiore, il Monte Cjampon.

Se quest’ultimo con i suoi ripidi prati e strapiombi rocciosi ha un animo più spigoloso, il Cuarnan invece è una dolce montagna con vivi boschi ai suoi piedi e verdi prati sulla cima. I suoi 1340 m di altezza e i numerosi sentieri che salgono da Gemona e Montenars la rendono una delle mete più amate dagli escursionisti, che tutto l’anno raggiungono la chiesetta del Redentore posta sulla vetta.

È impossibile non restare incantati dal panorama. Lo sguardo ad est si sazia delle selvagge valli del Torre e si perde sulle montagne slovene mentre a sud sembra di poter abbracciare tutta la pianura friulana: il golfo di Trieste, la laguna di Marano, il Tagliamento sono lì ad un passo da noi. Ad ovest invece, quando le giornate sono limpide, si possono ammirare le Dolomiti.

Domenica 4 ottobre, dalla cima del Monte Cuarnan, vedremo spegnersi il giorno con le sue ultime luci che tingono le montagne di sfumature dai mille colori. Pian piano il buio si farà strada e avvolgerà ogni cosa, in quel momento ci immergeremo nel silenzio del bosco e, con l’aiuto delle torce, rientreremo al punto di partenza.

L’escursione sarà guidata da Nicola Ceschia, guida naturalistica di WildRoutes e dai ragazzi del blog “Il Giupet”, in collaborazione con la Pro Loco di Gemona del Friuli.

Per l’escursione è necessaria la prenotazione.

Info, costi e prenotazioni: Ufficio Turistico di Gemona – tel. 0432 981441.

www.gemonaturismo.com – [email protected]