Nella Casa Museo Biblioteca Beethoveniana della famiglia Carrino una mostra online oltre i confine della musica

Nella splendida Muggia, perla di grande valore incastonata nel Golfo di Trieste, si trova una tra le più grandi collezioni al mondo dedicate a Ludwig van Beethoven e al suo mito. È la Casa Museo Biblioteca 

Beethoveniana della famiglia Carrino: 11.500 pezzi sapientemente esposti in 12 sezioni, frutto di una raccolta cominciata già nei primi anni Settanta.  

Una passione che ha colto i coniugi Sergio e Giuliana in un ristorante, con le note di una sonata di Beethoven. Dall’acquisto di un vinile prima e di un libro poi inizia l’appassionante, lungo e minuzioso percorso di ricerca e raccolta, che in seguito ha coinvolto anche Ludovico, il figlio di Sergio e Giuliana, e che ha portato a comporre le 12 sezioni della casa dedicate all’arte (pittura e scultura), arte applicata, medaglie, documenti, biblioteca (biografico-storica e musicale), ex libris, arte grafica, pubblicità, cartoline, figurine, filatelia, Kitsch.  

Documenti rari e spesso unici, partiture musicali, la prima biografia di Beethoven datata 1828, oggetti anche molto particolari hanno portato questa collezione a una notorietà mondiale. Ad essa, nel 2013, è stata dedicata una Mostra speciale con catalogo nel prestigioso Museo Beethoven-Haus di Bonn, su invito dei direttori Malte Boecker e Michael Ladenburger. Il successo è stato talmente grande da far prorogare la durata dell’esposizione di due mesi. Ma la Biblioteca Beethoveniana di Muggia ha collaborato anche con il Musée de la Musique di Paris e la Philarmonie di Paris a “Le Mythe Beethoven”, la più grande mostra sul Compositore degli ultimi trent’anni, realizzata a Parigi nell’ottobre 2016. 

 La mostra virtuale 

La visita della mostra virtuale, disponibile in italiano e inglese, è organizzata in tre percorsi principali:  

– L’uomo, dedicato ai momenti e ai temi salienti della vita del Compositore;  

– Il genio, dedicato alla opere e alla loro interpretazione in vari ambiti delle arti figurative;   

– Il mito, dedicato alla diffusione mondiale del mito beethoveniano, allo sfruttamento dell’immagine del Compositore a fini commerciali e politici, alla sua venerazione e dissacrazione.  

All’interno di ognuno dei tre sono proposti più sotto percorsi.  

Per esempio:  

selezionato il percorso “Il genio”, si può procedere con la scelta del sotto percorso “Sesta Sinfonia” 

Ogni sotto percorso è costituito da una galleria di opere e/o documenti sul tema, introdotta da un breve testo esplicativo. Ogni immagine è accompagnata da una didascalia descrittiva e tecnica, può essere ingrandita e visionata ad adeguata risoluzione. I sotto percorsi “Intro” introducono con un breve audiovisivo alla specifica sezione. 

Per visitare la mostra: https://lvbeethoven.eu/la-mostra/  

 

Casa Museo Biblioteca Beethoveniana  
Tel/cell: +39 040 274196, +39 348 5807227 
Mail: [email protected]